Pare, da notizie di stampa, che in un processo a Monza un brigadiere della Benemerita abbia sostituito un PM introvabile. Se è accaduto, vuol dire che la legge lo ammette e allora, mi chiedo: perché i PM, invece di lottare contro le proposte che vorrebbero carriere separate, non accettano di entrare nel corpo dei Carabinieri? Lì, anziché toghe piuttosto scialbe, avrebbero divise di buon panno, spalline d’argento, guanti candidi, cappelli impennacchiati da far morire d’invidia un maresciallo di Napoleone, cordoni intrecciati, bandoliere di cuoio bianco per il telefonino e, dulcis in fundo, il diritto di portare una sciabola rutilante o una pistola d’ordinanza. Mi si dirà: ma è i codici penali e di procedura? Ma quali codici… suvvia!